Raduno Inizio Stagione 2021/22

30/08/2021

RADUNO DI INIZIO STAGIONE. LIBERTA' E RISPETTO LE PAROLE CHIAVE PER LA RIPARTENZA

 

 

Con il raduno di sabato 28 agosto presso lo Stadio Pelaloca di Cerea ha avuto ufficialmente inizio la nuova stagione sportiva per gli arbitri legnaghesi.

Il raduno, fortemente voluto dal Presidente sezionale Gianluca Cavallaro, è stata l'occasione per ritrovarsi fisicamente dopo il periodo pandemico e per gettare le basi per il futuro sportivo.

Gianluca Cavallaro ha introdotto il raduno con due parole chiave: libertà e rispetto. "Questo periodo ha messo tutti alla prova da molti punti di vista, sia sportivo che umano, ma ha anche fatto comprendere quanto sia importante la libertà di ognuno di noi. La condivisione di idee ed il confronto ci arricchiscono in tutti i contesti in cui viviamo. Libertà e rispetto sono le parole chiave di questo raduno, di questo ritrovarci insieme. Vorrei che fossero anche le basi da cui ripartire, anche nello sport che pratichiamo. Arbitri con la testa libera in campo ed esempi di rispetto delle persone e delle regole".

Dopo l'introduzione la parola è passata all'ospite principale della giornata, il Presidente Regionale Giovanni Stevanato che, con freschezza e chiarezza, ha relazionato agli arbitri le modifiche introdotte dalla Circolare n. 1 di quest'anno, soprattutto concentrandosi sul tema dei falli di mano. La sua relazione è stata però anche occasione per portare la filosofia del nuovo Comitato Regionale. Infatti Giovanni Stevanato ha chiesto agli associati di non dimenticare mai che l'arbitraggio è prima di tutto un divertimento e che questo aspetto non può mai mancare dal vocabolario di un arbitro e di uno sportivo.

La mattinata è proseguita con le disposizioni del segretario Francesco Zaccheria e del designatore Matteo Paggiola che hanno ricordato l'importanza del rispetto delle scadenze per poter garantire una gestione e una organizzazione efficace della sezione.

A metà mattinata si è tenuta la visita gradita della delegazione provinciale della FIGC, rappresentata dal delegato Claudio Prando e dal segretario Nicolò Martini. Il primo ha ricordato l'importanza della collaborazione tra le varie componenti del mondo del calcio e ha chiesto agli arbitri particolare attenzione in questa prima fase di inizio dei campionati. Il segretario ha invece illustrato agli arbitri le disposizioni tecniche e burocratiche in merito a tesseramenti e al controllo dei partecipanti alle gare.

Infine, la parola è passata ad Enrico Caliari, assistente appena dismesso dalla CAN A. Enrico ha voluto ringraziare tutta la sezione per il supporto e il sostegno dimostrati durante tutta la carriera e perché "è importante ricordare da dove si è iniziato. La sezione è la famiglia per un arbitro". Dopodiché ha tenuto una lezione motivazionale in cui ha invitato soprattutto i ragazzi più giovani a non cercare alibi nell'arbitraggio, come nella vita. "Prendersi responsabilità e non nascondersi dietro a scuse è fondamentale per la crescita. L'assunzione di responsabilità e il mantenere una vita equilibrata vi porteranno lontano, questi per me sono stati i capisaldi della mia carriera".

Libertà, rispetto, divertimento, responsabilità ed equilibrio sono i concetti che gli arbitri legnaghesi hanno assorbito dai vari relatori della giornata e che, sicuramente, saranno spinto fondamentale per questa nuova ripartenza dei campionati.

 

Designazioni